Dintorni

Cala Girgolu, impossibile non visitarla

Un continuo rincorrersi di calette intime, scogliere di granito rosa modellate dai venti, profumi della macchia mediterranea e acque trasparenti di colore turchese, Cala Girgolu regala emozioni.

Percorsi meravigliosi consentono di spostarsi da una caletta all’altra, alternati da momenti a ridosso dell’acqua ed altri tra la fragranza dei mirti con la maestosità dell’ isola di Tavolara che riempie il cielo.

La laguna incontaminata è dimora di alcune specie animali, tra cui il fenicottero rosa che a volte si ferma durante il suo viaggio stagionale. Un piccolo ponte in legno completa l’immagine pittoresca di questa splendida spiaggia.

Cala Girgolu è il luogo della famosa roccia a forma di Tartaruga, frutto dell’erosione eolica di millenni  e purtroppo andata perduta per mano dell’uomo.

Da Hotel Lu Pitrali a Cala Girgolu

Questa è la spiaggia più vicina alla nostra struttura, per arrivarci è sufficiente percorrere la strada sterrata verso il mare per 1500 metri.

Cala Girgolu

Porto Taverna

Situata a circa 15 minuti da Olbia e 10 minuti da San Teodoro, è uno degli angoli più suggestivi della costa orientale.

La spiaggia, molto estesa è caratterizzata da sabbia fine e bianchissima, offre diversi servizi: è dotata di un ampio parcheggio, strutture per i diversamente abili, campeggio, bar e ristoranti. È possibile noleggiarvi ombrelloni, sedie a sdraio, lettini e piccole imbarcazioni.

È particolarmente amata da quanti praticano il windsurf e dagli appassionati di immersioni subacquee e di snorkeling.
Il mare trasparente dai colori incantevoli, da cui emerge l`imponente Isola di Tavolara, ospita anche diverse imbarcazioni, il fondale basso rende agevole la balneazione e il gioco dei bambini. La laguna alle spalle della spiaggia non di rado è popolata di fenicotteri e di numerose altre specie di uccelli, un vero spettacolo!

Da Hotel Lu Pitrali a Porto Taverna – 5 minuti

Percorrere la strada statale 125 in direzione Olbia per circa 3 Km, svoltare a destra per la spiaggia e percorsi 800 metri si raggiunge il grande parcheggio.

Cala Brandinchi

Un autentico gioiello della nostra costa, Cala Brandinchi è rinomata per l’intensità e la brillantezza delle sue sfumature. Bassi fondali, sabbia fine a ridosso di una pineta ed una consistente macchia di ginepri riempiono il paesaggio.

La spiaggia di Brandinchi ha come orizzonte una spettacolare prospettiva dell’isola di Tavolara. Alle spalle, così come per molte altre spiagge del posto, vi è una zona lagunare.
Per la sua bellezza è anche nota come piccola Tahiti.

A ridosso della splendida pineta si trova il parcheggio, la spiaggia è indicata anche per le famiglie con bambini.

 

Da Hotel Lu Pitrali a Cala Brandinchi

Percorrere la strada statale 125 in direzione San Teodoro, svoltare a sinistra al bivio di Capo Coda Cavallo, imboccare poi una stradina sterrata molto suggestiva.

Curiosità

Le cronache narrano del passaggio di Giuseppe Garibaldi, il quale nell’ottobre del 1867 riuscito a sfuggire al blocco che stringeva Caprera, si imbarca dall’allora porto di Brandinchi per Piombino alla volta del Lazio per liberare Roma, in contrasto con lo stato pontificio.

Cala Brandinchi (Large)

Capo Coda Cavallo, panorama mozzafiato

È l’estremità della bellissima costa di San Teodoro protesa verso il Mar Tirreno, affacciata sulle isole di Molara e Tavolara. La spiaggia di Capo Coda Cavallo oltre allo splendido scenario offerto dal profilo delle isole, può vantare acque limpide e sabbia fine immersi nella macchia mediterranea.

In pochi minuti di passeggiata è possibile raggiungere un punto panoramico che domina l’Area Marina Protetta di Tavolara – Capo Coda Cavallo.

Da Hotel Lu Pitrali a Capo Coda Cavallo

Ci si arriva in circa 5 minuti di auto percorrendo la strada statale 125 direzione San Teodoro per poi svoltare a sinistra al bivio presso la località Lutturai.

Curiosità

Il punto panoramico ospita le strutture ancora ben conservate di un presidio militare risalente alla seconda guerra mondiale, strategicamente importante per l’avvistamento delle forze aeree alleate per mezzo di apparecchiature come il famoso aerofono (un rudimentale radar basato sull’amplificazione dei suoni prodotti dai motori degli aerei).